LEGAL NOTICE

Avvertenze generali per la consultazione del sito
L’accesso e la consultazione del presente sito web implica l’accettazione da parte dell’utente dei Termini e Condizioni, Termini e Condizioni che potranno essere modificati da Euroricambi Bus a suo insindacabile giudizio ed in qualsiasi momento. Il presente sito web è gestito da Euroricambi Bus S.r.L. Via Ugo Foscolo, 28/30 – 35010 Vigonza(PD).

Termini e condizioni
Le informazioni contenute nel sito hanno la sola finalità di presentare Euroricambi Bus ed i suoi prodotti e vengono aggiornate da Euroricambi Bus periodicamente; Euroricambi Bus tuttavia non garantisce circa la completezza delle stesse ed il costante aggiornamento delle medesime. Euroricambi Bus si riserva il diritto di interrompere o sospendere in qualsiasi momento le funzionalità del sito senza che ne derivi l’assunzione di alcuna responsabilità a proprio carico, sia che ciò avvenga in conseguenza di azioni od omissioni di Euroricambi Bus, sia di terze parti.

Proprietà intellettuale
Il contenuto del sito è interamente ed esclusivamente di proprietà di Euroricambi Bus e qualsiasi utilizzo di tale contenuto per fini diversi dalla mera consultazione personale sarà perseguito da Euroricambi Bus ai sensi di legge.
Qualunque uso non autorizzato per iscritto da Euroricambi Bus sarà perseguito ai sensi di legge.

Garanzie sulla Privacy e utilizzo dei dati personali
Euroricambi Bus Privacy Policy

Utilizzo del sito dal parte di minori di età
Il sito Euroricambi Bus è finalizzato all’utilizzo e alla consultazione da parte di persone maggiorenni. Non verranno prese in considerazione eventuali richieste da parte di soggetti minori.

Legge applicabile e Foro Competente
Qualsivoglia controversia inerente, derivante o comunque connessa alle presenti Condizioni di Utilizzo sarà di competenza esclusiva del Foro di Padova e sarà disciplinata dalla Legge Italiana e dal diritto privato internazionale con particolare riferimento alla Convenzione dell’Aia in merito alla Legge sull’Uniformità delle Vendite Internazionali di Beni del 1 luglio 1964 e alla Convenzione sulle vendite delle Nazioni Unite del 11 aprile 1980.